Il tuo Social News

I grassi lubrificanti, differenti tipologie ed utilizzi

Quali sono i principali grassi lubrificanti in commercio e quale è il loro utilizzo in base ai differenti usi. I grassi lubrificanti vengono molto usati in meccanica o per lubrificare al meglio superfici sottoposte a pressione o sfregamento.

I grassi lubrificanti sono di diverso tipo:

- grassi universali, utilizzati principalmente per i cuscinetti. Questo tipo di grasso non tollera in genere ingenti e costanti quantità di acqua;

- grasso PTFE, conosciuto anche come Teflon. Garantisce un basso coefficiente d'attrito e viene impiegato principalmente per accoppiamenti in metallo o in plastica;

- grasso bianco, ideale per resistere all'azione dell'acqua, anche a quella marina;

- grasso marino o grasso nautica. E' un'evoluzione del grasso bianco con prestazioni migliori. Ha in genere una colorazione tendente al blu;

- grasso al silicone. Viene usato spesso nelle filettature idrauliche per impedire la formazione del calcare. Inoltre evita l''invecchiamento di elementi in plastica, legno, gomma e metallo;

- grasso di vasellina. Ha le stesse caratteristiche del grasso al silicone, ma è più facilmente eliminabile ed ha un punto di fusione tra i 40 e gli 80 gradi;

- grasso nero. Viene usato spesso come additivo per ridurre l'attrito nei componenti dei motori a scoppio. Inoltre ha anche la funzionalità di anti grippante per filetti;

- grasso al rame (o pasta rame). Contiene polvere di rame e viene utilizzato per evitare il grippaggio di materiali sottoposti ad elevate temperature;

- grasso dielettrico. E' un grasso siliconino in grado di non condurre energia elettrica.
  • Commenta  



Commenti Chi ha votato Links Correlati

Partner

Top Utenti

Top Commenti

Seguici su